Statuto

È costituita, ai sensi della Legge n. 383/2000 e della Legge Regionale n. 39/2007 emanata dal Consiglio Regionale della Regione Puglia, l’associazione denominata “Libera la Mente”.
L’Associazione ha sede in Taranto alla via Mazzini n. 39. Eventuali sedi amministrative e operative dislocate sul territorio nazionale e/o internazionale possono essere istituite per volontà del Consiglio Direttivo. La gestione delle sedi operative potrà essere assegnata ad un responsabile nominato dal Consiglio Direttivo e scelto anche tra i non soci. L’incarico di responsabile della sede operativa potrà essere anche a titolo gratuito con il solo rimborso delle spese documentate e del chilometraggio auto secondo le tariffe A.C.I.
L’Associazione può modificare la sede mediante delibera da parte dell’assemblea dei soci, senza modifica del presente Statuto. La durata dell’associazione è illimitata.
L’associazione non ha scopo di lucro. Gli eventuali utili o avanzi di gestione, nonchè fondi e riserve di capitali, non possono essere ripartiti neanche indirettamente tra gli associati durante la vita dell’associazione ma debbono essere reinvestiti a favore di attività istituzionali statutariamente previste, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Scopo dell'Associazione è la promozione dell'Arte intesa nella sua accezione più ampia e nelle sue molteplici forme (pittura, scultura, fotografia, musica, letteratura, arte culinaria, teatro, videoarte, sport, etc), concepiti sia come strumento di formazione e arricchimento umano e culturale, che come momento d'incontro e interazione tra le persone. L'Associazione persegue scopi di promozione culturale, turistica, sportiva ed artistica diffondendo tramite l'aiuto degli associati la conoscenza dell'Arte e di altre attività di intelletto. L'Associazione, senza perseguimenti di finalità lucrative di sorta, si prefigge i seguenti scopi:

  • Promuovere attività culturali, artistiche, musicali, ludiche, video ludiche, sportive, turistiche quali conferenze, convegni, dibattiti, incontri, seminari, tavole rotonde, mostre, proiezioni di film e documentari, concerti, corsi di formazione e aggiornamento, lezioni, tornei sportivi, manifestazioni sportive, viaggi, visite ed escursioni guidate
  • Diffondere la conoscenza degli sport, anche da tavolo e la cultura sportiva;
  • Attivare gruppi di studio e lavoro;
  • Proporre ed organizzare manifestazioni in genere ed eventi;
  • Stabilire opportune forme di collaborazione con istituti o enti pubblici e privati, al fine di poter organizzare e attuare corsi di informazione e di formazione professionale per l’accrescimento umano delle persone. A tal fine, l'Associazione potrà fruire della competenza e dell'esperienza culturale e scientifica di altri enti, organizzando convegni, incontri, dibattiti, spettacoli e seminari anche nel campo della ricerca psicologica ed artistica, della danza, della musica e del benessere psico­fisico;
  • Collaborare con organizzazioni professionali, a livello nazionale ed internazionale;
  • Compiere qualsiasi operazione ritenuta opportuna per il conseguimento dello scopo sociale, comprese compravendite, permute di beni immobili e di beni mobili soggetti a registrazione; la stipulazione di mutui e la concessione di fideiussioni e altre malleverie. L'Associazione potrà accettare e fruire, a qualsiasi titolo, di strutture e di locali comunque messi a disposizione da enti statali e/o locali, da associazioni istituzionali o da privati;
  • Promuovere scambi culturali, turistici e ricreativi tra diversi popoli ed etnie;
  • Compiere attività di servizi vari verso terzi e attività di noleggio spazi all'interno di aree pubbliche e/o private;
  • Condurre e gestire esercizi pubblici in genere, quali ristoranti, trattorie, osterie, bar con somministrazione di alimenti e bevande (e di quant'altro annesso ed affine), discoteche e sale da ballo con intrattenimento e spettacolo;
  • Organizzare e/o svolgere corsi di avviamento al lavoro, formazione professionale, per l’ottenimento di attestati e riconoscimenti, abilitazioni e requisiti necessari per l'esercizio di attività di ogni genere, per l'artigianato e l'educazione stradale ed ogni altra attività di sostegno e/o complemento di ogni normale corso di studi collegato e non al mondo della scuola.

Per la realizzazione diretta ed indiretta del proprio oggetto sociale, come sopra definito, l’Organo Direttivo dell’Associazione potrà adottare tutte le iniziative ritenute idonee purchè non in contrasto con le suddette finalità.
Ai sensi e per gli effetti delle leggi vigenti, e nel rispetto di tutte le formalità richieste, l’Associazione potrà raccogliere fondi a seguito di raccolte pubbliche effettuate occasionalmente, anche mediante offerte di beni di modico valore o di servizi ai sovventori, in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione.
Per lo svolgimento e l’utile realizzazione delle sue attività, l’Associazione potrà inoltre diffondere la relativa letteratura sui temi inerenti anche attraverso pubblicazioni e iniziative telematiche.
L’Associazione potrà altresì promuovere la realizzazione di associazioni complesse e/o aderire per affiliazione ad enti e organismi di qualsiasi tipo, ivi comprese associazioni locali o nazionali e/o altre associazioni a loro volta aderenti ad un’unica ed unitaria struttura, al fine di promuovere la realizzazione di iniziative e programmi comuni che si rendano necessari per migliorare i servizi offerti ai rispettivi soci, associati o partecipanti.

L’ammissione del socio è subordinata alla presentazione di apposita domanda scritta da parte degli interessati. Sulle domande di ammissione si pronuncia il Consiglio Direttivo a maggioranza semplice. Eventuali reiezioni debbono essere motivate e sono consentite solo in casi di comprovati comportamenti dell’aspirante socio in contrasto con le finalità dell’Associazione. Il Consiglio Direttivo cura l’annotazione dei nuovi aderenti nel libro dei soci dopo che gli stessi avranno versato la quota associativa. E’ esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.
La qualità di Socio si perde per recesso, per esclusione o per decesso. Il Socio può recedere in qualsiasi momento attraverso l’invio di una lettera raccomandata al Consiglio Direttivo.
L’esclusione dei Soci è deliberata dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo per:

  • mancato versamento delle quote associative annuali;
  • comportamento contrastante con gli scopi dell’Associazione, delibere del Comitato Direttivo e da quanto da esso deciso;
  • persistenti violazioni degli obblighi statutari;

In ogni caso, prima di procedere all’esclusione, devono essere contestati per iscritto al Socio gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendo facoltà di replica di fronte all’assemblea dei soci.
Il socio escluso o recedente e gli eredi del socio defunto non hanno diritto alla restituzione della quota associativa versata.

Ogni socio è tenuto a versare annualmente la quota sociale nella misura stabilita periodicamente dal Consiglio Direttivo.
I soci sono tenuti all’accettazione ed all’osservanza delle norme del presente Statuto, nonchè a dare la loro collaborazione all’associazione per la realizzazione dei suoi fini istituzionali, attraverso la tenuta di un comportamento corretto sia nelle relazioni interne con gli altri soci che con i terzi.
Non vi è alcuna limitazione ai diritti di ogni socio in quanto tale.
La quota associativa è intrasmissibile, sia per atto tra vivi che a causa di morte, e non è rivalutabile.
E’ sancita l’uniformità del rapporto associativo, nel senso che ogni socio, purchè maggiorenne, ha gli stessi diritti di elettorato attivo e passivo all’interno dell’Associazione, nonchè gli stessi diritti di voto per le variazioni statutarie. E’ espressamente esclusa ogni limitazione a tali diritti legata alla temporaneità della partecipazione alla vita associativa.
Le attività svolte dai soci a favore dell’associazione e per il raggiungimento dei fini sociali sono svolte prevalentemente a titolo di volontariato e totalmente gratuite, salvo rimborso per le spese approvate ed effettivamente sostenute e documentate.
L’associazione può in caso di particolare necessità, assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati.

Sono organi dell’Associazione:

  1. L’Assemblea dei soci;
  2. Il Consiglio Direttivo;
  3. Il Presidente;
  4. Il Vice-Presidente;
  5. Il Segretario;
  6. Il Tesoriere.

Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.

L’Assemblea dei soci è composta da tutti coloro che risultano regolarmente iscritti all’associazione anteriormente alla data di convocazione. L’Assemblea è convocata dal Presidente su deliberazione del Consiglio Direttivo, oppure su richiesta scritta di almeno un quinto dei soci. La convocazione deve essere fatta mediante inviti personali scritti recapitati ai soci almeno venti giorni prima dell’adunanza anche tramite mail; solo in casi di urgenza, accertati con deliberazione del Consiglio Direttivo, il Presidente potrà diramare la convocazione a mezzo telegrammi almeno una settimana prima dell’adunanza.
L’Assemblea si aduna in una solo convocazione.
L’Assemblea:

  • Elegge gli organi dell’Associazione;
  • Approva il bilancio annuale consuntivo e preventivo, corredato dalla relazione del Presidente sull’attività svolta dall’Associazione;
  • Delibera le modificazioni statutarie e lo scioglimento dell’Associazione;
  • Delibera su tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno nell’avviso di convocazione.

L’Assemblea, validamente costituita qualunque sia il numero dei partecipanti, delibera a maggioranza assoluta dei presenti al momento del voto, con la maggioranza dei due terzi se la delibera riguarda modificazioni statutarie ed almeno la maggioranza dei soci se la delibera riguarda lo scioglimento dell’Associazione.
Ogni socio ha diritto di intervento e ad un voto in assemblea. E’ esclusa la possibilità del voto per delega o per corrispondenza.
Il Consiglio Direttivo provvede affinchè sia garantito il diritto di ogni socio di conoscere il contenuto delle deliberazioni assembleari, i bilanci ed i rendiconti, attraverso il deposito degli stessi presso la sede sociale.

Il Consiglio Direttivo è composto da sette membri e dura in carica tre anni. Costituisce l’organo esecutivo dell’Associazione e tra i suoi membri sono compresi il Presidente ed il Vice-Presidente. I membri devono essere soci; sono rieleggibili e possono essere revocati prima della scadenza del mandato dell’Assemblea soltanto per giusta causa.
Il Consiglio Direttivo:

  • Provvede all’attuazione delle deliberazioni dell’Assemblea;
  • Approva i progetti di bilancio consuntivo e preventivo redatti dal Tesoriere;
  • Convoca l’assemblea dei soci ogniqualvolta risulti necessario e comunque almeno una volta l’anno, entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio, per l’approvazione del bilancio consuntivo e preventivo.

Il Consiglio Direttivo è convocato almeno una volta a semestre dal Presidente.

Il Presidente è il legale rappresentante dell’Associazione, promuove l’indirizzo politico-programmatico dell’associazione approvato dal Consiglio per il perseguimento degli scopi statutari.
Il Presidente è eletto dall’Assemblea, dura in carica tre anni, è rieleggibile, non è revocabile se non dall’Assemblea per giusta causa.
Il Presidente:

  • Rappresenta legalmente l’Associazione;
  • Presiede l’Assemblea e il Consiglio Direttivo;
  • Rappresenta in giudizio l’Associazione;
  • Adempie ad ogni funzione delegatagli dal Consiglio Direttivo ed ad ogni mandato affidatogli dall’assemblea.

Il Vice-Presidente, anch’egli eletto dall’Assemblea, coadiuva il Presidente nel disimpegno delle sue funzioni e lo sostituisce in caso di sua assenza o per suo specifico mandato.
Dura in carica tre anni, è rieleggibile e revocabile dall’assemblea solo per giusta causa.

Il segretario ha il compito di redigere e trascrivere sui libri sociali i relativi verbali che sottoscrive con il Presidente e di procedere alle operazioni di convocazione su indicazione del Consiglio Direttivo.
È nominato dall’assemblea, dura in carica tre anni, è rieleggibile e revocabile dall’assemblea solo per giusta causa.
In caso di sua assenza o impedimento, è sostituito da altro socio su indicazione del Presidente.

Il tesoriere è il referente contabile di tutte le attività economiche dell’Associazione e ne amministra le risorse economiche, curando, fra l’altro, i rapporti con gli Istituti di credito ed occupandosi degli incassi e dei pagamenti in constante raccordo con il Presidente.
Redige i progetti di bilancio preventivi e consuntivi e li sottopone all’approvazione del Consiglio Direttivo.
Anch’egli è nominato dall’assemblea, dura in carica tre anni, è rieleggibile e revocabile dall’assemblea solo per giusta causa.

I bilanci sono predisposti dal Consiglio direttivo sulla base di un progetto redatto dal Tesoriere ed approvati dall’assemblea con le maggioranze previste dallo Statuto.
L’assemblea di approvazione di bilancio consuntivo deve tenersi entro la data del 30 giugno dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale. Gli esercizi sociali si chiudono al trentuno dicembre di ogni anno.

I mezzi finanziari e patrimoniali occorrenti per il conseguimento degli scopi dell’associazione sono costituiti da:

  1. quote sociali annuali;
  2. contributi volontari dei soci;
  3. donazioni da parte dei soci, enti o altri privati;
  4. finanziamenti e contributi pubblici e privati previsti dalle normative vigenti;
  5. proventi dalle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera ausiliaria e comunque sussidiaria finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali;
  6. entrate derivanti da iniziative promozionali finalizzate al proprio finanziamento, quali feste e sottoscrizioni anche a premi;
  7. altre entrate compatibili con le finalità sociali dell’associazionismo di promozione sociale.

In caso di scioglimento dell’associazione, l’intero patrimonio, al netto di oneri e spese, sarà devoluto a favore di enti e/o associazioni aventi scopi analoghi o a fini di pubblica utilità, sentito l’Organo previsto dalla legge 662/96.

Particolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente statuto potranno essere disposte con regolamento interno da elaborarsi a cura del Presidente e da approvarsi dall’Assemblea dei soci.

Per quanto non espressamente previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme vigenti nell’ordinamento italiano.